Calvizie esiste una cura totale o siamo ancora lontani

Calvizie: esiste una cura totale o siamo ancora lontani?

La calvizie è una parte accettata del processo di invecchiamento per alcuni e una fonte di angoscia per altri.

La caduta dei capelli colpisce milioni di uomini e donne, ma nonostante decenni di ricerca, una cura non è ancora disponibile. Quanto siamo vicini a trovare una bacchetta magica per la calvizie? Per il momento non esiste una cura totale della calvizie, la cosa migliore è affidarsi ai professionisti di settore come jasonchampagnemd.com

L’alopecia androgenetica è il tipo più comune di perdita di capelli, che colpisce circa 30 milioni di donne e 50 milioni di uomini solo in America.

Negli uomini, la caduta dei capelli inizia sopra entrambe le tempie e si allontana nel tempo per formare una forma a “M”.

I capelli tendono anche a diradarsi sulla corona e possono progredire fino alla calvizie parziale o completa.

Nelle donne, l’attaccatura dei capelli non si allontana e raramente si traduce in una calvizie totale, ma i capelli di solito diventano più sottili su tutta la testa.

La calvizie maschile è ereditaria e può essere collegata agli ormoni sessuali maschili.

La caduta dei capelli negli uomini può iniziare già durante l’adolescenza. Colpisce due terzi degli uomini entro i 35 anni e circa l’85% degli uomini entro i 50 anni.

Le cause della calvizie femminile non sono chiare.

Tuttavia, la caduta dei capelli si verifica più frequentemente nelle donne dopo la menopausa, il che indica che la condizione può essere associata alla diminuzione degli ormoni femminili.

Con l’alopecia androgenetica che colpisce così tante persone, una cura permanente non solo ridurrebbe l’ansia per una percentuale significativa della popolazione, ma si rivelerebbe anche finanziariamente vantaggiosa per l’azienda farmaceutica responsabile della scoperta.

Fasi di crescita dei capelli, miniaturizzazione

cuoio capelluto capelli fini

I capelli sono costituiti dal follicolo pilifero e dal fusto (la fibra visibile sopra il cuoio capelluto).

Nel bulbo pilifero, situato alla base del follicolo, le cellule si dividono e crescono per produrre il fusto del capello, che è costituito da una proteina chiamata cheratina.

La papilla che circonda il bulbo contiene minuscoli vasi sanguigni che nutrono i follicoli piliferi e forniscono ormoni per regolare la crescita e la struttura dei capelli.

I follicoli piliferi, proprio come tutte le cellule, hanno cicli.

Una parte naturale del ciclo prevede la perdita di circa 50-100 capelli al giorno.

Ogni follicolo produce capelli per 2-6 anni e poi si prende una pausa per diversi mesi.

Mentre il follicolo pilifero è nella sua fase di riposo, i capelli cadono.

Ci sono circa 100.000 follicoli sul cuoio capelluto, ma poiché ogni follicolo riposa in un momento diverso e altri producono peli, la caduta dei capelli di solito è impercettibile.

La perdita di capelli più evidente si verifica quando si verifica un’interruzione del ciclo di crescita e spargimento o se il follicolo pilifero viene cancellato e sostituito con tessuto cicatriziale.

Gli scienziati ora capiscono che la calvizie si verifica attraverso un fenomeno noto come miniaturizzazione.

Alcuni follicoli piliferi sembrano essere geneticamente ipersensibili alle azioni del diidrotestosterone (DHT), che è un ormone convertito dal testosterone con l’aiuto di un enzima contenuto nelle ghiandole sebacee del follicolo.

Trattamenti esistenti contro la caduta dei capelli

caduta di capelli

Attualmente, ci sono poche opzioni di trattamento disponibili per arrestare o invertire la miniaturizzazione.

La maggior parte dei trattamenti contro la caduta dei capelli gestisce solo la caduta dei capelli, piuttosto che essere una soluzione permanente.

Minoxidil

L’uso del minoxidil per la calvizie è stato scoperto per caso.

Il minoxidil era ampiamente usato per trattare l’ipertensione, ma i ricercatori hanno scoperto che uno degli effetti collaterali del farmaco era la crescita dei capelli in aree inaspettate.

La lozione Minoxidil viene applicata sul cuoio capelluto e può agire aumentando il flusso sanguigno, e quindi il nutrimento, ai follicoli piliferi. L’American Hair Loss Association afferma che la maggior parte degli esperti concorda sul fatto che il Minoxidil è “un farmaco relativamente efficace nella lotta contro la caduta dei capelli”.

Il trattamento non ha alcun effetto sul processo ormonale della caduta dei capelli e i suoi benefici sono temporanei.

La perdita dei capelli continua se l’uso viene interrotto.

Finasteride

Gli effetti collaterali della finasteride sulla crescita dei capelli sono stati riscontrati durante lo sviluppo di un farmaco per il trattamento delle ghiandole prostatiche ingrossate.

La finasteride inibisce la 5-alfa-reduttasi di tipo II, che è l’enzima responsabile della conversione del testosterone nel più potente androgeno DHT.

I livelli di DHT si riducono del 60% quando viene assunto il farmaco, il che impedisce ai follicoli sensibili di essere influenzati dall’ormone e di tornare alle loro dimensioni normali.

Questo trattamento non funziona nelle donne e il suo effetto rimane solo per tutto il tempo in cui viene assunto.

Dutasteride

La dutasteride (Avodart) è usata per trattare l’ingrossamento della prostata. Sebbene la AIFA non abbia approvato il farmaco per il trattamento della caduta dei capelli, i medici a volte prescrivono per la calvizie maschile.

La dutasteride funziona in modo simile alla finasteride, ma potrebbe essere più efficace.

Come la finasteride, la dutasteride inibisce l’attività della 5-alfa reduttasi di tipo II.

Tuttavia, la dutasteride inibisce anche il tipo I dell’enzima.

Il blocco di entrambi i tipi di enzima abbassa ulteriormente il DHT e riduce il rischio di danni ai follicoli piliferi.

Questo farmaco ha le stesse limitazioni della finasteride, il che significa che funziona solo se assunto quotidianamente e potrebbe diventare meno efficace nel tempo.

Queste terapie possono rallentare o prevenire un’ulteriore perdita di capelli e potrebbero stimolare la ricrescita dai follicoli che erano dormienti ma ancora vitali.

Tuttavia, possono fare poco per i follicoli che sono già diventati inattivi. Usarli in una fase precedente della caduta dei capelli vedrà risultati più favorevoli.

Trapianto di capelli

Il trapianto di capelli comporta la raccolta di follicoli dalla parte posteriore della testa resistenti al DHT e il trapianto in aree calve.

Un chirurgo rimuoverà minuscoli tappi di pelle che contengono pochi peli e impianterà i tappi dove i follicoli sono inattivi.

Circa il 15% dei peli emerge dal follicolo come un singolo capello e il 15% cresce in gruppi di quattro o cinque capelli.

Alla fine della procedura, la persona avrà ancora la stessa quantità di capelli (sarà solo distribuita in modo più uniforme intorno al cuoio capelluto). Trattare la caduta dei capelli attraverso la procedura chirurgica può essere doloroso e costoso. C’è anche il rischio di cicatrici e infezioni.

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.